Home » Viaggi di Nozze » Manuela, Edoardo e Agnese

Manuela, Edoardo e Agnese

LUNA DI MIELE DI MANUELA EDOARDO E AGNESE

 

 

ecco l’album delle dediche di Manuela, Edoardo e Agnese

passate in agenzia a lasciare i vostri pensieri o mandate una mal a viaggi@longislandtravel.it

 

 

 

 

 

 

VIAGGIO DI NOZZE NEGLI STATI UNITI

Questo il viaggio di nozze per Manuela ed Edoardo, ma anche una meravigliosa esperienza per la piccola Agnese!
ecco che il 7 agosto, Ipad carico di film, valigia di frozen piena di pennarelli, si parte alla volta di  SAN FRANCISCO per passare le prime tre notti all’Hotel: Galleria Park

Cresciuta grazie all’ottocentesca Febbre del’Oro, la caotica “City by the Bay” richiama alla mente gli hippies, le funicolari e il Golden Gate. La realtà attuale è sicuramente più complessa: artisti bohémien, imprenditori high tech, ecoattivisti e cultori del cibo.

“L’unico difetto di San Francisco è che non vorresti partire mai.” – Rudyard Kipling

San Francisco non riserva i suoi doni solo ai suoi abitanti. I principali piaceri della vita – cibo fantastico, vita notturna animata e panorami stupendi – sono qui per la gioia di tutti. Osservate la foschia che avvolge il Golden Gate mentre il sole sorge e illumina gradualmente la baia e preparatevi a lasciarci il cuore.

presa l’auto a noleggio, Manuela, Edoardo e Agnese partono alla scoperta della costa della California, direzione Los Angeles passando per Monterey e San Luis

Un giorno lo dedicheranno a LOS ANGELES:

Stellata e lunatica, Los Angeles, detta LA, è quotidianamente meta di frotte di turisti curiosi, aspiranti dive del cinema e future stelle del rock, ma offre ben più che il semplice richiamo illusorio della fama e della fortuna. È una città rigogliosa dalle mille sfaccettature, colma di attrazioni di qualità eccellente: musei, musica, cibo, architettura, giardini.

‘Rovesciate il mondo su un fianco e tutto ciò che è slegato cadrà su Los Angeles.’ – Frank Lloyd Wright

Benché sia spesso bloccata dal traffico, LA si muove a un ritmo tutto suo, alimentato da un vortice di energia creativa che produce un flusso interminabile di film, invenzioni e mode. Oltre a luoghi ormai scontati come Hollywood e Disneyland, possiede enclave nascoste le cui caratteristiche, sottili e indefinibili, si fanno beffe di qualunque stereotipo.

 

e poi, lasciata la costa, ci si fa strada verso i grandi parchi:
prima tappa a PHOENIX
Secondo la mitologia egizia, la fenice (in inglese “phoenix”) era un uccello maestoso che aveva vissuto nel deserto per cinquecento anni prima di autoconsumarsi con il fuoco e poi risorgere dalle proprie ceneri. I parametri egiziani, secondo i quali la Phoenix dell’Arizona ha ancora 400 anni per incenerirsi, non convinceranno però i nuovi arrivati che, dopo il loro viaggio con l’aria condizionata, faranno davvero fatica ad acclimatarsi. A Phoenix infatti picchia forte il sole e non troverete soluzioni in grado di risparmiarvi una sudata. Nonostante sia la più grande città degli Stati Uniti sud-occidentali, la maggiore attrattiva di Phoenix è la terra che la circonda: un’immensa distesa di deserto selvaggio. Oggi, in quanto capitale dello Stato, Phoenix è moderna come qualunque altra metropoli americana, con una frenetica produzione artistica e un’economia vivace. Non troverete le innumerevoli distrazioni di New York o Los Angeles, ma se vi interessano lo stile cowboy e le praterie solitarie, Phoenix ne possiede in abbondanza.

per poi fare rotta verso il GRAND CANYON
Situato nell’Arizona settentrionale, racchiude l’immensa gola del Grand Canyon. E’ uno dei parchi più conosciuti, considerato come una delle sette meraviglie del mondo, i suoi paesaggi sono stati scenografie ideali per numerosi film e documentari. Eppure ancora oggi quando ci si trova di fronte all’immensità del Grand Canyon non si può far altro che rimanere completamente attoniti e senza parole.
Il soggiorno è previsto al Yavapai Lodge:  In ottima posizione, Yavapai Lodge è il più grande albergo del Grand Canyon, tra Yavapai Point e Grand Canyon Village, a circa 800 m dal bordo del Canyon, nel bosco di ginepri arborei e conifere vicino al Mather Business Center nel Grand Canyon Village. Moderno, diviso fra due ali, East e West, ha 358 camere semplici, ma confortevoli, con telefono e televisione a colori e quasi tutte con due letti a 2 piazze (queensize). Poche le camere con 1 letto a tre piazze (kingsize). Le camere East si trovano in 6 edifici a due piani (no ascensore) e hanno aria condizionata. Parcheggio gratuito. Nel Canyon Village Market Plaza si trova The Yavapai Lodge Guest Registration Desk con la reception dei due complessi east e west,  oltre a Transportation Desk, Yavapai Gift Shop and The Canyon Café.

una giorno va dedicato alla MONUMENT VALLEY
E’ stato il regista John Ford a rendere famosa Monument Valley. Intorno agli anni 30 Ford scopri’ la valle che in seguito divenne lo scenario indiscusso dei film western piu’ famosi come Il massacro di Fort Apache o Ombre Rosse. La Monument Valleyappartiene alla riserva degli indiani Navajo che nel 1958 la dichiararono territorio protetto per mantenerne inalterato il paesaggio naturale. Una curiosita’: i Navajo non osservano l’ora legale per cui nei loro territori vale sempre e solo l’ora solare. Una strada lunga 25 chilometri non asfaltata si insinua tra i giganteschi massi rocciosi sparsi in pieno deserto. La visita di puo’ effettuare con la propria auto oppure con le jeep degli indiani che abbinano al tragitto negli sterrati un commento in un inglese molto poco comprensibile. E’ un paesaggio di incredibile bellezza che raggiunge il suo massimo splendore nel tardo pomeriggio quando le ombre iniziano ad allungarsi e l’oscurità scende su questo rosso mondo incantato.
Soggiorno al  Moenkopi Legacy Inn & Suites : Categoria turistica superiore, 3 stelle e mezzo. Posizione: a Tuba City, a circa 160 km a sud-ovest della Monument Valley e a circa 120 km ad ovest rispetto a Canyon De Chelly. Struttura: inaugurato nell’ aprile del 2010, è il primo albergo ad essere stato costruito in territorio Hopi in oltre 50 anni ed è stato realizzato realizzato rispettando i suggerimenti della popolazione indiana di Moenkopi, in modo da integrarsi perfettamente con il paesaggio circostante. All’ interno dell’ hotel è possibile ammirare le opere tradizionali degli artisti locali. A disposizione degli ospiti business center, fitness center, piscina all’aperto salata. Di fronte all’albergo si trova il TUUVI Travel Center che offre prodotti tipici dell’arte ed artigianato locale. Camere e servizi: 100 camere distribuite su 3 piani, con letti queen o kingsize, arredate in colori caldi come l’oro, il marrone e il porpora, con aria condizionata, necessario per the/caffè, asse e ferro da stiro e asciugacapelli.

LAKE POWELL è uno dei più grandi laghi artificiali degli Stati Uniti. Situato tra Arizona e Utah, si è creato sul fiume Colorado a seguito della costruzione della diga di Glen Canyon nel 1963.

In mezzo ai canyon sommersi dall’acqua prendono vita scenari spettacolari, che si possono ammirare penetrando nei fiordi in barca. All’interno di questi perimetri il lago emana la grandiosità del suo azzurro, la terra frastagliata di rosso ne delinea i contorni insoliti e le montagne di roccia. Le sue acque possono raggiungere i centosettanta metri di profondità, e coprono un’area così vasta da valicare i confini dell’Arizona fino ad entrare nello Utah.

Situato nello stato dello Utah, è un piccolo parco. All’interno della zona protetta si trova il BRYCE CANYON.

Il canyon è caratterizzato dagli hoodoos, particolari pinnacoli, frutto del lavoro di erosione di rocce sedimentari svolto da agenti atmosferici. Il paesaggio è uno spettacolare tripudio di colori che vanno dalle tonalità del rosso all’arancio ed ancora dal giallo oro sino al bianco. Per attraversare completamente il parco si percorre meno di 100 km.

 

 

 

 

 

infine LAS VEGAS!!!

Nel mezzo di un paesaggio arido e circondato da montagne, nel deserto si incontra la città di Las Vegas, la più grande dello stato del Nevada, uno dei principali punti turistici degli Stati Uniti non solo per i suoi numerosi casinò, ma anche per le sue aree commerciali e di intrattenimento. Las Vegas è la capitale della contea di Clark e la sua area metropolitana conta quasi 2.000.000 di abitanti.

Conosciuta anche con il nome di Città del Peccato (Sin City) a causa della facilità con cui si può giocare d’azzardo e bere alcool a qualsiasi ora del giorno, Las Vegas è stata immortalata in tanti film e serie televisive. Il primo casinò fu costruito dal gangster Bugsy Siegal nel lontano 1946 approfittando della possibilità del gioco legale e del divorzio facile nello Stato del Nevada. Il casinò era il famosissimo Flamingo e nel corso di più di 60 anni si è sviluppata Las Vegas, un’oasi nel mezzo del nulla, centro di intrattenimento 24 h al giorno, tutto l’anno.

Quasi tutti i casinò si concentrano nel famoso Strip Boulevard o Las Vegas Boulevard, grandi e maestosi edifici a tema che si rifanno a New York, alle piramidi d’Egitto a Venezia, ecc… costituendo un vero e proprio paradiso per i giocatori d’azzardo di tutto il mondo e anche per famiglie, grazie alla creazione di parchi tematici all’interno degli hotel per intrattenere i bambini.

 

due notti di soggiorno all’hotel Excalibur dove il regno del Kitsch più autentico. Il finto castello medievale di Excalibur venne costruito nel 1990, a imitazione di un altro finto castello medievale, quello di Neuschwanstein in Baviera, già servito da modello per il castello della Bella Addormentata a Disneyland. L’hotel è stato per tre anni il più grande del mondo, quasi quattromila camere, assai popolare, soprattutto per il casinò. Un ponte levatoio, un fossato, un drago in agguato, il mago Merlino danno il benvenuto agli ospiti, che all’interno si trovano subito coinvolti nel turbine del casinò. Al piano superiore si trovano i ristoranti, i negozi, la Canterbury Wedding Chapel e la più grande rivendita della migliore catena di donut (ciambelle americane) del Paese, il leggendario Krispy Kreme. L’atmosfera generale è da Luna Park. Una grande arena interna ospita lo spettacolo King Arthur’s Tournament, due volte a sera. Quattro piscine, ristorante con buffet economico.

Le camere contemporary, dal 15° al 27° piano offrono la vista migliore e l’accesso più diretto a piscina e spa; hanno 1 letto kingsize o 2 letti queensize. Alcune sono comunicanti. Tutte hanno asse e ferro da stiro, asciugacapelli, tv a schermo piatto da 42”, bagno con piano in granito. L’hotel è collegato da un trenino interno a Luxor e Mandalay / THEHotel.

e prima di rientrare, Manuela Edoardo e Agnese si fermano 2 notti a Miami e 3 a Key west

MIAMI

Considerata come la porta d’ingresso per i Caraibi, Miami è una delle città più popolose degli Stati Uniti. Sebbene le sue origini risalgano all’anno 1513, la città iniziò a popolarsi nel 1870 quando fu fondata la prima comunità, Coconut Grove. La popolazione continuò ad aumentare considerevolmente dalla metà del XX secolo.

Miami e Miami Beach sono due città differenti; mentre la prima si trova sulla terra ferma, Miami Beach si trova su un’isola tra Biscayne Bay e l’Oceano Atlantico; la baia separa Miami Beach da Miami; ha una popolazione di circa 93.000 persone. Miami Beach
presenta una forte influenza ebraica e questo si riflette specialmente nell’Holocaust Memorial. Il movimento artistico del XX secolo si manifesta in tutto il suo splendore nel distretto Art Deco. E’ consigliabile fare una passeggiata a South Beach dove ha vissuto ed è morto Gianni Versace; questo è uno dei quartieri più esclusivi del mondo e le sue costruzioni risalgono agli anni ’20. Visitare Miami è come visitare un po’ anche Cuba, soprattutto se ci si reca nel quartiere di Little Havana, dove nella strada principale si trovano tanti negozi e caffetterie.

Le principali attrazioni della città si concentrano nella zona sud, nell’area di Biscayne Bay. Qui infatti si trova il Museo delle Scienze e il Planetario, dove si può godere di una fantastica esibizione sulla barriera corallina della Florida. Il Miami Seaquarium si trova nella zona est della città ed è un’ottima attrazione sia per gli adulti che per i bambini con la stella del luogo: un’orca di oltre 3000 kg.

KEY WEST:

L’ estremità tropicale degli Stati Uniti, dove le acqua dell’ Atlantico si congiungono con quelle del Golfo del Messico. Isola di pirati, di pescatori, di Hemingway. Key West possiede una storia affascinante e l’atmosfera che ancora si respira e di divertimento e di mare.

Key West è oramai famosa in tutto il mondo con la nomea di paradiso tropicale, nonostante il turismo di massa abbia intaccato in qualche modo l’atmosfera incontaminata che ancora si respira nelle altre isole, ha reso la cittadina particolarmente movimentata e divertente. Le Florida Keys sono una catena di isole che si allungano nel Golfo del Messico per circa 250 chilometri, partendo dall’estremità meridionale della penisola della Florida. L’arcipelago è attraversato dall’avveniristica Overseas Highway che collega le isole tra di loro e con il continente americano.

E infine, con il cuore pieno di tutte le emozioni vissute in questi 20 giorni negli Stati Uniti si torna a casa, ma la fiaba continua e la piccola Agnese si ricorderà per sempre di essere stata in viaggio di nozze con mamma e papà!